Donazione

Associazione Volontari Italiani Sangue
Follow Me

LA DONAZIONE…  come funziona?

SCOPRI QUANTO E’ SEMPLICE DONARE CON NOI!

DONAZIONE DI SANGUE: la giornata tipo della donazione, avviene dalle 8 alle 11.30 facendo una colazione leggera NO LATTE E DERIVATI, nelle domeniche dedicate presentandosi presso la nostra sede di via Boito n°7 a Trezzano s/N, dove provvederemo ad accompagnarvi all’ospedale San Paolo di Milano, oppure recandovi durante la settimana, stessi orari, con mezzi propri, dicendo tassativamente di essere INVITATI DALL’AVIS DI TREZZANO.

In ospedale si lasceranno dati anagrafici, tessera sanitaria, carta d’identità, codice fiscale, il tutto per l’iscrizione al loro archivio donatori. Si comincia con il prelievo di sangue per vedere lo stato dell’emoglobina, proteina essenziale per il trasporto dell’ossigeno ai tessuti contenuta nei globuli rossi. La carenza di emoglobina è detta anemia. Se questo valore rientra nei parametri di legge allora si passa alla visita medica dove sarà fatta un’anamnesi completa sullo stato di salute passato e presente compilando insieme al dottore un questionario e di seguito la visita in dettaglio con auscultazione del cuore, dei polmoni, pressione e quant’altro il medico decida a soggetto. Con l’esito positivo della visita del medico si può donare e in genere il prelievo da donazione dura dai 5 agli 8 minuti. Si resta sul lettino o sulla poltrona per tutto il tempo necessario per riprendersi e non avere conseguenze di mancamenti dovuti a troppa fretta di alzarsi. In seguito si deve fare colazione, offerta dall’ospedale. La giornata sarà caratterizzata da risposo adeguato, bisogna bere molto e mangiare in modo leggero, evitando alcolici e possibilmente di fumare. Dopo circa 15 giorni si riceveranno a casa gratuitamente le analisi complete del sangue! E si riceveranno sempre a ogni donazione successiva!

DONAZIONE DI PLASMA O PIASTRINE: sono 2 donazioni molto importanti e che durano circa dalla mezz’ora per il plasma, all’ora per le piastrine, requisiti richiesti peso minimo 60 kg e 250mila PLT (piastrine).

Per LEGGE il donatore ha diritto a un permesso lavorativo di 24 ore, retribuito per una donazione minima di 250 gr di emocomponenti. Se non si è potuto donare per determinati motivi, il centro trasfusionale attesta l’accaduto e il permesso concesso al lavoratore coinciderà con il tempo strettamente necessario per compiere tali procedure. PER L’IDONEITA’ su autoemoteca il permesso è del tempo strettamente necessarie per compiere la procedura.

 

Numeri interessanti:

  • Il sangue dura 45 giorni
  • La piastrina dura 5 giorni (1 strisciata equivale a 5 sacche di sangue!) si è chiamati all’urgenza.
  • Il plasma dura 2 ANNI (1 sacca equivale a 3 sacche di sangue!)
  • La prima cura che si da a un malato o che portano sulle ambulanze in caso d’incidente è il plasma…. 

Meditiamo…..

 Vademecum delle analisi del sangue

Esami ematologici – emocromo citometrico

EMOCROMO: è l’esame del sangue più eseguito. Esso contempla il conteggio del numero dei globuli rossi (eritrociti), dei globuli bianchi (leucociti) delle piastrine (trombociti), e la determinazione quantitativa dell’emoglobina. Con la formula leucocitaria, il laboratorio fornisce la percentuale di ciascun tipo di globulo bianco (granulociti neutrofili, eosinofili e basofili monociti, linfociti). In conclusione l’emocromo è suddiviso al suo interno in diverse “sottoanalisi” a seconda che esse riguardino ora l’uno ora l’altro componente del sangue. Tra queste si ricordano l’ematocrito (HMT o Ht), l’emoglobina (Hb), il conteggio dei globuli bianchi, il conteggio delle piastrine.
È detto anche esame emocromocitometrico che letteralmente significa “misurazione del colore del sangue e del numero delle sue cellule, cioè dei globuli”.

WBC (Leucociti): chiamati anche globuli bianchi, sono conteggiati con speciali apparecchi contaglobuli. Ce ne sono di diversi tipi: basofili, eosinofili, linfociti, monociti, neutrofili. La loro funzione è quella di difendere l’organismo dalle infezioni (vedi voci sotto).

RBC: sono globuli rossi, cellule del sangue che trasportano l’ossigeno, fissato tramite l’emoglobina in esse contenuta, fino alle cellule dei tessuti e riportano ai polmoni parte dell’anidride carbonica prodotta.

Hb: Proteina, costituente principale dei globuli rossi, adibita principalmente al trasporto dell’ossigeno dai polmoni ai tessuti; nel suo viaggio di ritorno nel sangue venoso l’emoglobina trasporta invece anidride carbonica ai polmoni dai quali questa viene espulsa con l’aria espirata.

Ht: L’ematocrito definisce il rapporto fra parte cellulare (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e parte liquida (plasma) del sangue. E’ basso nelle anemie ed in tutte quelle condizioni in cui c’è una riduzione dei globuli rossi.

MCV: Volume corpuscolare medio, indica la grandezza dei globuli rossi ed è importante perché serve nella diagnosi delle anemie.

PLT: sono le piastrine, dette anche trombociti, sono corpi del sangue senza nucleo, di forma discoidale, che giocano un ruolo essenziale nei processi di coagulazione.

Formula leucocitaria:

Neutrofili: Appartengono alla serie dei globuli bianchi e ne rappresentano la classe più numerosa e in genere aumentano nelle infezioni batteriche.

Linfociti: Cellule appartenenti a un gruppo di globuli bianchi d’importanza essenziale per la funzionalità del sistema immunitario dell’organismo.

Monociti: E’ un tipo di leucocito (WBC), sono cellule del sangue di grandi dimensioni, più grandi rispetto agli altri leucociti. I valori non nella norma determinano infezioni o malattie varie.

Eosinofili: E’ una varietà di globuli bianchi. I valori non nella norma determinano infezioni o malattie varie.

Basofili: Una delle forme dei globuli bianchi o leucociti.

Esami ematochimici

Sideremia: è la concentrazione del ferro nel sangue. La misurazione della sideremia consente perciò di valutare le riserve di ferro presenti nell’organismo.

Transaminasi ALT: Enzima molto importante presente nel fegato. Si chiama “transaminasi glutamico piruvica”, in sigla GPT oppure ALT (alanino amino transferasi); le transaminasi GPT danno la esatta valutazione della gravità dell’alterazione del fegato.

Transaminasi AST: Enzima molto importante, si chiama “transaminasi glutamico-ossalacetico” che in sigla si definisce GOT oppure AST (aspartato transferasi). È presente nel fegato e viene analizzato per studiare le condizioni di questo organo, ma anche per valutare eventuali lesioni del muscolo cardiaco oppure alterazioni di quei muscoli che coordinano i movimenti dello scheletro.

Gammaglutammiltranspeptidasi: Enzima situato nelle cellule del fegato, del cuore, del pancreas e del rene, che serve a determinare alcune patologie inerenti agli organi interessati.

Glicemia: Indica la concentrazione nel sangue di glucosio, zucchero che si origina dal metabolismo di glicogeno, di amminoacidi e grassi introdotti con gli alimenti.

Colesterolo totale: E’ un grasso, importante costituente delle cellule dell’organismo. Può avere origine dal cibo (latte e derivati, carne, uova ecc.), ma la maggior parte è fabbricata dal fegato a partire da una vasta gamma di sostanze.

Trigliceridi: Sono sostanze grasse prodotte nel fegato o introdotte con gli alimenti. Insieme all’aumento del colesterolo, l’innalzamento dei trigliceridi costituisce un fattore di rischio perché danneggia le arterie.

Creatinina: E’ un componente del sangue che viene eliminato con l’urina; segnala la funzionalità del rene in quanto viene eliminata dai reni stessi attraverso l’urina. Se la presenza di creatinina nel sangue è troppo elevata, ciò significa che i reni non riescono a farla passare nelle urine e quindi non svolgono bene il loro lavoro.

Esame per lo studio delle proteine

Protidemia totale: indica la quantità totale di proteine presenti nel plasma (vedi descrizione allegata in fondo).

Esami microbiologici e virologici

HBsAg Qualitative: test per epatite B,  la positività per anti-HBs può indicare o l’avvenuta guarigione da un pregresso contatto col virus oppure l’effetto della vaccinazione per epatite B.

Anti – HCV: Anticorpi del virus dell’epatite C (HCV). L’epatite C è un’infezione del fegato.

HIV Ag/Ab Combo: test per la rilevazione dell’antigene dell’HIV (AIDS)

NAT MULTIPLEX (HBV,HCV,HIV): reagente per epatite B, C e HIV (AIDS)

Syphilis TP (treponea pallidum): test per la verifica di anticorpi della treponea pallidum o sifilide (malattia venerea).

PSA (dopo i 50 anni): l’esame rappresenta il marcatore più sensibile e più organo-specifico di cui la medicina disponga per la diagnosi del tumore alla prostata (fatto solo dopo i 50 anni).

Plasma: è una componente del sangue. È il liquido in cui sono sospese le cellule sanguigne. Il plasma contiene proteine, nutrienti, prodotti del metabolismo, ormoni e elettroliti inorganici. Il plasma ha un colore paglierino. È composto principalmente da acqua (92%), proteine (7%) e sali minerali. Serve come mezzo di trasporto per il glucosio, i lipidi, ormoni, i prodotti del metabolismo, anidride carbonica ed ossigeno.

Comments are closed.

  • AVIS | Sezione comunale di Trezzano sul Naviglio e sede di Cusago | Iscritta all'albo d'onore del comune di Trezzano sul naviglio Onlus: Organizzazione non lucrativa di utilità sociale | D. Lgs. 04.12.1997 n° 460 Gemellata con AVIS Cavriago (RE)